• Andrea Morzenti

Draghi al Colle e Cartabia a Chigi




Il mio auspicio per il 2021 era stato di una normalità ritrovata. E grazie all’avvicendamento tra Arcuri e Figliuolo, in gran parte, è stato così.


Il 2022 mi piacerebbe fosse l’anno in cui preservare e, anzi, consolidare questa normalità. E, per arrivarci, me lo immagino così:

  • Mario Draghi viene eletto Presidente della Repubblica, alla unanimità, al primo scrutinio. Un sincero ringraziamento dell’Italia tutta per il suo lavoro al governo, unico modo per averlo per sette anni dentro le Istituzioni, forte segnale all’Europa e al Mondo che il più bravo, anche se fuori dai partiti, ce lo abbiamo e ce lo teniamo stretto;

  • un istante dopo (i convenevoli) Draghi nomina Marta Cartabia Presidente del Consiglio, prima donna premier(a) nel nostro Paese che, mantenendo l’interim alla Giustizia (ministero cardine), conferma l’attuale squadra di governo. Il governo Cartabia giura e ottiene la fiducia delle Camere nel giro di due giorni.


Con Draghi al Colle e Cartabia a Chigi il PNRR e le Riforme proseguono senza interruzioni e ci si prepara serenamente e senza scossoni alle elezioni del 2023.


Dai, vedremo. Chissà se ci ho azzeccato.


Intanto, a tutti voi che mi leggete, grazie.

E auguri, Andrea

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti